Nel passaggio from bench to bedside si rende necessaria la disponibilità di una tecnologia low-cost che permetta di rilevare microRNA e che possa trovare ampia diffusione a livello non solo ospedaliero ma anche dei presidi territoriali. I sistemi di analisi POC (point of care) sono diventati i test più conosciuti ed utilizzati nella pratica clinica corrente. I vantaggi che derivano dal loro utilizzo hanno un’immediata ricaduta sul sistema sanitario nazionale a livello sia operativo sia finanziario, grazie alla riduzione d’impiego di metodiche di analisi elaborate e costose.

Gli attuali progressi nelle tecniche di spottaggio e produzione dei sistemi POC basati su lateral flow permettono l’analisi di acidi nucleici in supporti opportunamente ingegnerizzati. Attualmente  l’assenza di test specifici per microRNA circolanti pone le basi per l’apertura di un nuovo mercato per questo tipo di rapid test. L’idea progettuale di SERMI4Cancer prevede lo sviluppo di un sistema POC che possiede come ulteriore elemento innovativo l’utilizzo della tecnologia SERS (Surface Enhanced Raman Spectroscopy) per il rilevamento di microRNA circolanti. Tale tecnologia permette di rilevare la composizione chimica di campioni biologici complessi, come il sangue o il siero, utilizzando strumenti portatili, user friendly e di costo contenuto. Lo spettro RamanSERS costituisce una sorta di fingerprint molecolare che trova utilizzi in molteplici campi della medicina. L’alta specificità chimica permette un rilevamento diretto senza la necessità di particolari metodi di staining o marcatura dell’analita rendono questa tecnologia adatta ad essere integrata in un sistema POC.

L’attività di R&S sarà sviluppata nell’ambito del progetto pilota in campo epatologico, verranno presi in considerazione gli aspetti della progressione patologica che, dalle condizioni preneoplastiche, porta allo sviluppo di carcinoma epatocellulare. Tale neoplasia rappresenta il secondo tumore a livello mondiale per tasso di mortalità e la sua incidenza è stimata in aumento nei prossimi anni.

L’obiettivo finale del progetto è quello di produrre un prototipo di test rapido point of care per la misurazione di microRNA circolanti in pazienti affetti da cancro al fegato e da patologie croniche predisponenti. Il progetto prevede lo sviluppo di 3 componenti che andranno a costituire un sistema POC-SERS integrato:
-    Il supporto di separazione e  legame di microRNA (strip a matrice polifunzionale).
-    Il sistema di rilevamento costituito da spettometro RAMAN portatile SERS (Surface Enhanced Raman Spectroscopy) e da un sensore SERS nanostrutturato, integrato con un supporto innovativo sviluppato nel corso del progetto.

Il Sistema di raccolta, analisi dati ed integrazione del dato clinico e molecolare (software di gestione telematica).


Area di specializzazione
Smart Health

Topic:

Biomedicale, Diagnonistica in vivo e vitro, terapia innovativa


Data inizio attività: 22/05/2017

Data fine attività : 21/05/2019


Totale progetto: € 1.210.312,26

Totale finanziato: € 886.493,75

 

Brochure591.38 KB
Poster596.25 KB

Partner

Dott. Dino Paladin

La ditta DOTT. DINO PALADIN è attiva nei seguenti settori:

- Sviluppo e produzioni pilota di prodotti biotecnologici e nanotecnologici, in particolare ha sviluppato e brevettato un farmaco attualmente in produzione presso un'altra azienda, e ha collaborato nell’ambito di commesse di ricerca a contratto allo sviluppo di più di 100 dispositivi medico-diagnostici in-vitro marcati CE (CE IVD) in biologia molecolare.

- Produzione, installazione, riparazione, manutenzione di strumenti medicali e software per:

- diagnosi molecolare;

- dispositivi per analisi e ricerca.

- tracciamento del flusso di lavoro e dei campioni nelle anatomie patologiche

- Sviluppo di prodotti per la realizzazione e gestione di biobanche:

L’azienda possiede consolidata esperienza di ricerca e sviluppo nel campo della diagnostica umana; ha infatti collaborato con diversi Enti Universitari nel campo della farmacoresistenza tumorale, della tipizzazione HLA, delle malattie genetiche e della tipizzazione virale acquisendo e consolidando conoscenze in tecniche di biologia molecolare d’avanguardia.

 

Tematiche di interesse:

Biomedicale, Diagnostica in Vivo e Vitro, DIAGNOSTICA IN VITRO, diagnostica umana e clinica del paziente

Dott. Dino Paladin
s.s. 14 km 163.5
34149 TS
Italia

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di Ingegneria ed Architettura

Il Dipartimento di Ingegneria ed Architettura (DIA) con il suo ricco ed ampio bagaglio di competenze, prepara delle figure di elevato profilo professionale e fornisce un supporto tecnico-scientifico all’economia di un ampio territorio la cui struttura portante è costituita da alcune grandi imprese di livello internazionale, una rete di medie e piccole imprese, al sistema infra-strutturale, ai sistemi di trasporto e alla logistica.

Per attività didattica, ricerca scientifica, trasferimento tecnologico e di conoscenze, presenta competenze assai vaste essendo strutturato in quattro percorsi di laurea triennale ai quali si affiancano 9 percorsi di laurea specialistica ed un corso di laurea a ciclo unico in Architettura.

All’interno del Dipartimento, numerose sono le attività di ricerca condotte in diversi settori, dall’energia, all’ambiente, dall’analisi dei processi e di prodotto, alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, fino ad arrivare all’ambito delle applicazioni biomediche, area in cui opera un gruppo di ricerca con provate competenze nel campo dello studio della spettroscopia Raman e SERS.

Units
P.zzle Europa,1
34100 TS
Italia

Fondazione Italiana Fegato | Project Partner

Biomedicale, Diagnostica in Vivo e Vitro, DIAGNOSTICA IN VITRO, bioinformatica, diagnostica umana e clinica del paziente, tecnologie omiche
La Fondazione Italiana Fegato ONLUS (FIF) è nata nel 2008 dal Fondo per le Malattie del Fegato ( fondato nel 1989), è stata la prima istituzione in Italia ad unire la ricerca di base con l’attività clinica nel campo delle malattie epatiche. Il suo scopo principale è la ricerca traslazionale al fine di portare gli esiti della ricerca molecolare nella pratica clinica.

La FIF svolge anche un’intensa attività educazionale ospitando molti studenti e ricercatori da tutto il mondo. Il finanziamento delle sue attività proviene da fondi istituzionali tramite i contributi versati dai suoi soci pubblici e privati e da finanziamenti ad hoc per progetti di ricerca. Attualmente lo staff della FIF è composto da 3 ricercatori senior, 1 segretaria amministrativa e 1 tecnico di laboratorio, 6 Post Doc, 2 studenti di laurea.

La FIF vanta numerosi collaborazioni con enti di ricerca e ospedali a livello nazionale e internazionale tra cui: University of Lubiana, University of Prague, Fundacion Favaloro, Buenos Aires and Centro Binacional de Criobiología Clínica y Aplicada, Rosario (Argentina); Universidad National Autonoma Mexico City, (DF Mexico); Eijkman Institute for Molecular Biology and Medicine, Jakarta (Indonesia);The Children Mercy Hospital, Kansas City (USA).
 

Fondazione Italiana Fegato
S.S. 14 km 163.5 loc. Basovizza
34149 TS
Italia

Alphagenics Biotech S.r.l.

Alphagenics Biotech è annoverata tra le realtà nazionali più qualificate nell’utilizzo delle innovazioni tecnologiche nell’ambito della biologia molecolare per un’approfondita analisi delle problematiche diagnostiche/prognostiche in clinica e per la ricerca in campo medico e ambientale. L’azienda fornisce servizi di consulenza per il trasferimento tecnologico di nuovi progetti con un dipartimento R&D coinvolto nello sviluppo di nuove tecnologie e creazione di soluzioni custom per soddisfare pienamente le esigenze del mercato.

Alphagenics Biotech ha sviluppato diversi sistemi di tipizzazione e quantificazione di genomi virali mediante reverse dot/blot, PCR Real-Time e ELISA. Grazie a numerose collaborazioni, l’azienda propone un pannello completo di kit prognostici legati alla terapia farmacologica di alcuni tra i più importanti carcinomi attraverso la tecnologia Real-Time PCR. L’azienda fornisce kit per il cancro colonrettale e gastrico (ARKRAS/ACMSI), tiroide, colon e melanoma (ARBRAF), glioblastoma (ARMGMT), polmone (ALEGFR) e un kit prognostico che fornisce la probabilità di recidive del tumore alla mammella (ARBREAST). L’esecuzione dei test è altamente riproducibile, sensibile e rapida. L’esperienza pluriennale di Alphagenics Biotech permette di minimizzare i tempi per proporre nuove soluzioni al servizio delle necessità del mercato attuale e di quello futuro. Ultimamente l'azienda si è avvicinata all'applicazione di tecnologie di biologia molecolare applicate al settore ambientale ed alimentare sviluppando tematiche d’interesse sia in ambito di ricerca industriale che applicativa.

Alphagenics Biotech S.r.l.
s.s. 14 km 163.5
34149 TS
Italia

Insiel Mercato Spa

Insiel Mercato sviluppa soluzioni di e-health e di e-government che permettono agli enti della Sanità e della Pubblica Amministrazione di offrire i migliori servizi alle comunità in cui operano, con l’obiettivo di rendere i cittadini protagonisti nell’esercizio dei propri diritti.
Con oltre 1000 clienti e più di 200 addetti, Insiel Mercato è una società di riferimento del settore IT in Italia.

Insiel Mercato Sp.a
Padriciano, 99
34149 TS
Italia